Follie all'Italiana
Follie all'Italiana

Follie all'italiana

Vivaldi, Corelli, Vitali, Reali

Erato, 2001

Goldberg:
Amadeus:

Mai come nel Seicento gli scambi tra musica colta e musica popolare furono così intensi e frequenti e il particolare interesse degli strumentisti compositori verso la musica da ballo ne è la testimonianza più tangibile. L' uso di brevi sequenze armonico-ritmiche circolari legate a passi di danza, detti bassi ostinati, ha condizionato la storia di tutta la musica occidentale e non solo, favorendo tra l'altro, con la sua ripetitività ipnotica, l'uso dell'improvvisazione e quindi della variazione.

Dettagli

 

Follie all'italiana

Antonio Vivaldi (1678-1741)
Follia
(Sonate a tre, op.I, Venezia 1705)

Arcangelo Corelli (1653–1713)
Ciacona
(Sonate da camera, op.II, Roma 1685)

Andrea Falconiero (1586–1656)
Folia, Passacalle, Ciaccona
(Il primo libro di canzone...Napoli 1650)

Bernardo Storace (16??-16??)
Partite sopra la Folia
(Selva di varie compositioni...Venezia 1664)

Giovanni Antonio Pandolfi ( 16??-16??)
Passacaglio
(Sonate cioè Balletti, Sarabande...Roma 1669)

Maurizio Cazzati (1620 – 1677)
Capriccio sopra 7 note
(Correnti balletti gagliarde...Venezia 1659)

Francesco Corbetta (1615–1681)
Folia
(La guitarre royalle...Paris 1671)

Giovanni Battista Vitali (1632–1692)
Passagallo Primo, Ciaccona
(Varie partite del Passamezzo op.VII, Modena 1682)

Antonio Caldara (1670c–1736)
Chiacona
(Suonate da camera op.II, Venezia 1699)

Giovanni Reali (1681c–1751)
Folia
(Suonate e Capricci op.I, Venezia 1709)

 

Sonatori de la Gioiosa Marca

Giorgio Fava, violino
Roberto Falcone, violino
Walter Vestidello, violoncello
Giancarlo Rado, arciliuto & chitarra
Gianpietro Rosato, cembalo, spinetta & organo